Lega Pro: dimissioni di Paolo Marcheschi da Sub Commissario e candidatura alla presidenza

Marcheschi rimette l'incarico e accoglie l'invito di numerosi Presidenti a candidarsi per le prossime elezioni del 22 dicembre

Paolo Marcheschi: Dimissioni da Sub Commissario. Accetto la sfida per il rilancio della Lega Pro

«Ho deciso di raccogliere l’invito di numerosi Presidenti di Società a candidarmi alla presidenza di Lega pro alle prossime elezioni del 22 Dicembre prossimo e perciò ritengo opportuno rassegnare le mie dimissioni dall’incarico di Sub Commissario.

Al Commissario Miele e ai colleghi sub commissari Feliziani e Lombardo rivolgo un ringraziamento sincero per l’intensa attività svolta nel periodo più complicato dalla nascita della Lega pro.

Auspico che la grande professionalità del lavoro del Commissariamento porti la Lega Pro ad una ripartenza fondata su una maggiore trasparenza, efficienza e partecipazione. "Un nuovo inizio" che coinvolga tutti a dare il proprio meglio con il fine comune di costruire una Lega Pro dei servizi al servizio dei club; curiosa di assumere le ricchezze dei Comuni d'Italia; capace di ragionare a sistema con le altre leghe e con le componenti del calcio italiano; in grado di valorizzare la mission dei giovani e di conseguenza forte nel chiedere risorse economiche che rendano i club sostenibili finanziariamente; certa di proporre un calcio pulito e quindi in grado di andare sul mercato forte del proprio brand. La crisi della Lega pro è solo una parte della crisi del calcio Italiano, incapace di fare sistema e di trovare soluzioni per il proprio rilancio. Un sistema adagiato sugli allori diventato autoreferenziale che brucia milioni e non produce più campioni. Sono un uomo nuovo ma non l’ultimo arrivato.

E’ il momento di cambiare quell’aria viziata tipica dei palazzi del potere per fare entrare quella sana che si respira nei campi sportivi che ho visitato in questi pochi mesi. Ho trovato tanta vera passione sportiva in tifosi, dirigenti, giovani calciatori e soprattutto un grande impegno dei Presidenti che giorno dopo giorno mettono faccia e risorse per un sistema calcio sordo ai loro sforzi. Ho trovato la volontà di tutti nel restituire dignità alla Lega Pro, per sedersi a pieno titolo al tavolo delle riforme del calcio. Siamo nella fase decisiva per ottenere riforme dal legislatore e per ottenere le risorse indispensabili a svolgere le funzioni di ‘fabbrica di campioni’ dobbiamo tornare ad essere credibili. In questa direzione ho avuto il piacere di raccogliere anche la disponibilità a superare certe logiche di appartenenza. La Lega Pro divisa fa comodo ad altri.

Si, ho deciso di accettare questa sfida e prendo un impegno: discontinuità e innovazione, riforma e ricerca di risorse finanziarie.

Ai Presidenti chiedo di starmi vicino perché sono loro i proprietari della Lega e i primi a dover difendere il valore dei loro investimenti. Su queste basi da stasera 8 Dicembre al ritorno della visita alla Rappresentativa degli under 16 di Lega pro, sarò a disposizione dei Presidenti dei Club».



Paolo Marcheschi (LinkedIn: https://www.linkedin.com/profile/preview?locale=en_US&trk=prof-0-sb-preview-primary-button), fiorentino classe 1961.

Imprenditore, conduce l'agenzia generale Axa di Firenze e riveste attualmente il ruolo di vice o presidente nazionale del sindacato Agenti Axa. Allenatore e calciatore per passione. Iscritto all’Assoallenatori, ha ottenuto il patentino UEFA B. Ideatore del progetto “Kids Academy”, testato presso l'Olimpia calcio Firenze (https://www.youtube.com/watch?v=jEkqrIyhFUE&feature=youtu.be).

Consigliere regionale della Toscana dal 2001 al 2015. Eletto nelle liste di Forza Italia poi in Fratelli d’Italia Presidente della Commissione Controllo, Bilancio e Patrimonio. In questi anni si è distinto per alcune battaglie importanti per il settore sportivo e per il calcio in particolare.

1) Nel 2009 lancia l’iniziativa “Il Calcio x il Cuore” ed impegna la Giunta Regionale Toscana, con un atto trasversale appoggiato politicamente da tutto il Consiglio Regionale, a promuovere la diffusione degli apparecchi ‘salvavita’, quali i defibrillatori semi-automatici, in tutti i centri sportivi aiutando concretamente le società sportive nell’acquisto e nella formazione.

2) Nel 2014 presenta il progetto "la crisi del Calcio Italiano: criticità e proposte”. Analisi della riforma di del settore del Calcio (http://www.slideshare.net/mobile/paolomarcheschioltre/la-crisi-del-calcio-italiano-criticit-proposte-breve-analisi-paolo-marcheschiluglio-2014pptx)

3) Promotore del documento votato all'unanimità in Consiglio regionale per la difesa del patentino da allenatore.

4) Il 29 Luglio 2014 propone l' emendamento allo Statuto della Regione Toscana di inserire tra i ‘diritti fondamentali della carta Toscana’: il diritto per tutti ‘a fare sport e stare bene’. La parola ‘sport’ entra ufficialmente tra i valori da trasmettere alle nuove generazioni. Un primo passo concreto perdare più forza ed impegnare più risorse in un settore da sempre fanalino di coda del bilancio regionale.

5) Nel 2015, si approva la nuova legge sullo sport della Regione Toscana dal titolo, “Promozione della cultura e della pratica delle attività sportive e ludico-motorie ricreative e modalità di affidamento degli impianti sportivi” frutto dell’accorpamento di una proposta di legge di Marcheschi con altre due proposte di maggioranza.

Tra le novità più importanti della legge:

- SOCIALE: Integrazione (inclusione sociale disabili e fasce economiche più deboli)

- VOLONTARIATO: riconoscimento al mondo del volontariato

- SCUOLA: introduzione 2 ore obbligatorie nelle scuole primarie con insegnante di scienze motorie

- TALENTO: valorizzazione talenti agonistici

- EDUCAZIONE: a stili di vita sani, diritto per tutti a stare bene facendo sport

- ECONOMIA: snellimento procedimenti burocratici per investimenti su impianti

- EFFICIENZA ENERGETICA: premialità per imprese che investono su efficienza energetica

- EVENTI SPORTIVI: promozione e sostegno ad eventi sul territorio

A.S. Lucchese Libertas 1905 - SRL 

Via dello Stadio presso Stadio Porta Elisa

Lucca

P.IVA 02250480460

Tel: 0583-1809710

Fax: 0583-1809711